· 

Le scelte di cui rischi di pentirti

 

Le storie di vita che ascolto e accolgo nel mio studio o su skype, hanno sempre a che fare con una scelta, qualunque sia il nucleo della questione, chiunque sia il protagonista della storia.

Quella di tirarsi fuori da una situazione diventata stretta o dolorosa. Sperimentarsi in contesti nuovi e sconosciuti. Aprirsi o chiudersi. Rimanere fermi. Andare avanti. Recuperare o lasciar andare. Affidarsi a qualcuno o affidarsi a se stessi. Dire si o no. Accettare o rassegnarsi. Criticarsi incessantemente o abbracciarsi il più possibile. Vivere in un certo modo o in un altro.

Ripensando a queste storie, riflettevo sul peso delle scelte (o non scelte) sul benessere e la felicità di ognuno. Tra tutte le scelte che ho visto e ascoltato da quando faccio il mio lavoro, e anche quelle che io stessa ho fatto nella mia vita, credo ce ne sia un tipo in particolare molto rischioso.

Mi riferisco alle scelte fatte per paura. Quando scegli di rimanere esattamente dove sei perché hai paura di spingerti oltre, anche se vorresti. O di soddisfare sempre i desideri degli altri perché hai paura di deludere le loro aspettative e rimanere solo. O di non affrontare quella situazione per paura di soffrire. O di non chiedere aiuto per paura di apparire debole e fragile. O di non dare ascolto e valore a ciò che vuoi perché temi che dando importanza a te ferirai qualcun altro. O di non cogliere l’opportunità che aspettavi da una vita per paura di non farcela.

Quelle fatte per paura sono scelte di cui rischi di pentirti. Perché se è vero che la paura è l’emozione che proviamo naturalmente (e per fortuna!) in presenza di un pericolo, è altrettanto vero che non tutto ciò che avvertiamo come pericoloso lo è davvero. Ed ecco come, quando scegli per paura, ti ritrovi a intraprendere la strada opposta a quella in cui puoi costruire, riconquistare, scoprire ciò che ti renderebbe davvero appagato, in pace, sicuro di te, felice della tua vita.

Oggi sono qui a condividere con te ciò che credo e so sulle scelte fatte per paura perché spero che questo post possa essere per te uno stimolo per riflettere sulle scelte (o non scelte) che fai Tu, nella tua vita, ogni giorno. Perché qualora ti accorgessi che il motivo per cui sei fermo lì o ti muovi senza una reale direzione, è che hai paura, allora saresti ancora in tempo per cambiare rotta. E iniziare, invece, a fare scelte che rispecchino i tuoi desideri: le scelte di cui difficilmente ti pentirai.

CONDIVIDI


 

Sono Liria Valenti, psicologa e psicoterapeuta.

 

Mi piace accompagnare le persone in percorsi di cambiamento,

aiutandole a sentirsi padrone della loro vita e a fare scelte consapevoli e felici. Del mio lavoro amo: ascoltare, (ri)costruire, emozionarmi.