(Tutto) il bello del presente

 

Ultimamente mi sono imbattuta in diverse storie che avevano in comune il desiderio di stare nella realtà presente, invece di vagare lontano o evitarla. Intendo dire di starci con tutte le scarpe, immerso e non distratto, in contatto con sé e con le proprie percezioni. Per quanto mi riguarda, poi, la parola esserci mi ha fatto compagnia per tutta la scorsa settimana, come ti raccontavo anche in un post su facebook.

Tutte esperienze che oggi convergono in questo post, in cui voglio condividere con te le riflessioni che ho fatto su tutta la bellezza del presente e sui motivi per cui dovresti provare anche tu a fermarti o almeno rallentare la corsa e stare, lì dove sei. Perché sono certa che scoprirai cose che non ti aspetti!

Ascoltando le storie dei protagonisti dei miei percorsi di cambiamento, e anche prendendo spunto dalla mia esperienza personale, ho concluso che ci sono almeno 3 modi in cui rischi di dimenticarti della bellezza del presente:

  • quando sei totalmente concentrato sulle (tante) cose da fare, e – incredibile - c’è sempre qualcosa di importante e urgente da fare! Procedi senza neppure accorgerti delle tue emozioni o dei segnali che ti invia il tuo corpo, di chi ti sta intorno, di piccoli o grandi eventi quotidiani.
  • quando sei concentrato sul futuro, che generalmente è più catastrofico che ricco di speranza. In pratica, oggi sei impegnato a pensare a ciò che potrebbe accadere di brutto domani, rovinandoti tutti i piani che hai costruito faticosamente e che stanno accadendo proprio oggi – e che vivrai senza viverli davvero, perché il tuo pensiero (e anche la tua preoccupazione) è altrove (ma dove, poi?!).
  • quando sei concentrato sul passato, sulle occasioni andate, sulle scelte o le persone sbagliate. Tutte cose che, per un motivo o per un altro, non è possibile cambiare.

Il risultato è che sei sempre un passo avanti o uno indietro, ma non sei mai nel tuo oggi. E se non ci stai, come fai a godertelo? Come fai a goderti quella relazione per la quale sei tanto grato e a cui tieni tanto? E quel traguardo che hai portato a casa dopo tanto impegno e fatica? E il sorriso di tuo figlio? E quel momento di silenzio e lentezza, in cui puoi ascoltare i messaggi del tuo corpo?

In fondo: che obiezione hai a godere di quello che hai - e ce lo hai già? Se ti fermi a una risposta del tutto razionale, sono certa che sarà: “nessuna”. E allora ti invito ad andare oltre il pensiero logico (anche perché se ci fermiamo a quello, secondo quale logica qualcuno vorrebbe vivere senza piacere?!): che succederebbe se ti fermassi a godere delle cose belle del tuo presente?

 

Prenditi un momento per pensarci e trova la tua risposta. Spero che, qualsiasi essa sia, tu abbia voglia di provare ancora a fermarti, per osservare te e tutto intorno a te, e stare con quello che ti piace, godendone.

E per allenarti, ti propongo un piccolo esercizio: pensa a 3 cose belle del tuo presente, che hai già (non devi procurartele, sono già lì!) e di cui puoi già gioire, anche oggi. Scrivile, raccontale a qualcuno, trova delle immagini che le simboleggino e portale con te. E poi, dimmene una!

 

CONDIVIDI


 

Sono Liria Valenti, psicologa e psicoterapeuta.

 

Mi piace accompagnare le persone in percorsi di cambiamento,

aiutandole a sentirsi padrone della loro vita e a fare scelte consapevoli e felici. Del mio lavoro amo: ascoltare, (ri)costruire, emozionarmi.




Scrivi commento

Commenti: 5
  • #1

    Giorgia (lunedì, 18 aprile 2016 14:01)

    La compagnia dei miei amici più cari!

  • #2

    Lulù (lunedì, 18 aprile 2016 17:05)

    questo momento tutto per me :D

  • #3

    Erika (lunedì, 18 aprile 2016 22:44)

    Mi imbatto in questo articolo mentre "mi regalo" un dolcissimo post-cena: gelato! è una cosa bella per me forse anche perché lo mngio in via eccezionale...va bene lo stesso?!
    Erika

  • #4

    Antonella (martedì, 19 aprile 2016 13:34)

    Il sorriso di mia figlia è un suggerimento azzeccato...

  • #5

    Carlotta (mercoledì, 20 aprile 2016 13:23)

    L'abbraccio di stamattina con il mio compagno! Molto bello questo post!