Scegli cosa lasciare andare e cosa tenere

 

La mia newsletter di dicembre parlava di varie cose - tutte all’insegna della leggerezza - ma diverse persone, dopo averla letta, mi hanno scritto perché colpiti da una in particolare: la possibilità di lasciare andare le cose che ci stanno strette, che non fanno più al caso nostro, che non ci piacciono più.

Ti sembra assurdo? Irrealistico? Impossibile? Probabilmente credi che la tua vita abbia preso una direzione che tu sei costretto a seguire a tutti i costi. Ti senti sopraffatto, frustrato, impotente, per la maggior parte del tempo. Sai cosa vorresti cambiare nella tua vita, ma non fai nulla di concreto per realizzare i tuoi desideri.

E invece, sto parlando di una possibilità reale e realizzabile, che ti permette di fare un passo verso la vita che vorresti costruire, mentre saluti quella in cui ti senti stretto, appesantito e impotente. La vita in cui sei tu che scegli come essere felice, e non è il caso, né tanto meno le altre persone a scegliere per te. Quella in cui sei tu che scegli cosa salutare e lasciare andare, e cosa invece tenere e custodire.

Mi viene in mente l’esempio di una donna che ho accompagnato in un percorso di cambiamento un po’ di tempo fa, che si è data il permesso di scegliere quali relazioni continuare a coltivare – nel suo caso, quelle in cui si sentiva a suo agio, compresa, alla pari – e quali salutare, perché le succhiavano tutte le energie e la lasciavano svuotata. Eppure, le aveva nutrite per tanto tempo, con tutto l’amore e la passione che aveva, perché erano il tipo di relazioni che era abituata a vivere e non immaginava di poter scegliere e costruire altro. 

Pertanto, se ti senti incastrato, anche tu come molte, moltissime persone, nell’idea che non hai altra scelta se non rimanere dove sei, nella condizione in cui sei – nonostante tu non sia sereno e soddisfatto, ti invito a individuare il modo in cui ti limiti nelle scelte e nelle azioni: quali frasi ti dici? Che emozioni provi? Cosa ti immagini succeda se lasci andare quello che non ti piace più?

Questo è l’ultimo post del 2015. Voglio augurarti di chiudere il tuo anno così, scegliendo cosa lasciare andare e cosa portare con te nel nuovo anno. Perché darti il permesso e insieme il potere di scegliere il meglio per te, è l’augurio migliore che immagino per ognuno di noi.

 

Se vuoi condividere con me le tue riflessioni e esperienze, scrivimi una mail o lascia un commento a questo post: è sempre bello leggervi! Sul blog ci ritroviamo nel 2016. Ti aspetto!

CONDIVIDI


 

Sono Liria Valenti, psicologa e psicoterapeuta.

 

Mi piace accompagnare le persone in percorsi di cambiamento,

aiutandole a sentirsi padrone della loro vita e a fare scelte consapevoli e felici. Del mio lavoro amo: ascoltare, (ri)costruire, emozionarmi.




Scrivi commento

Commenti: 0